S'Istrada Longa

Visitare la Sardegna, passare in Supramonte e non percorrere S’Istrada Longa è quasi un sacrilegio! 

DISPONIBILITÀ

S’Istrada Longa

Profondi canyon, picchi rocciosi, impervie vie d’accesso sul mare: questo è Supramonte. Terra antica e selvaggia, quasi continente a parte, con i suoi monumenti naturali, con la sua storia e le sue leggende.

Visitare il territorio di Baunei e non percorrere S’istrada longa è quasi un sacrilegio. Questo itinerario racconta la vita dei luoghi e delle genti che li frequentavano. Qui si percepiscono i silenzi, le voci, le forme e i profumi della natura sarda in un distillato senza eguali.

Tra lecci e tassi secolari, magnifiche fioriture di peonia, digitale ed elicriso costellano di colori i canyon sopra i quali volano indisturbate aquile reali, astori e gheppi.
Dopo un’impervia discesa lungo un antico torrente il sentiero, segnato da ardimentosi pastori e pazienti carbonai, risale la parete rocciosa fino ad incontrare una stretta cengia contornata da ginepri contorti ed esposta su un vertiginoso dirupo. Sembra di attraversare un ponte sospeso nel vuoto. Esposto in alcuni punti, regala allo spettatore momenti di grande emozione e incomparabile bellezza.


Nota Importante su questo percorso

S’Istrada Longa è famosa per un lungo passaggio su una cengia incredibilmente esposta, a più di 50m di altezza su una parete verticale. La cengia in alcuni punti non è più larga di 40cm. È quindi indispensabile non soffrire di ansia, vertigini o forme gravi di acrofobia o agorafobia.


Punto d’incontro: Piazza Indipendenza a Baunei
Punto di partenza: Genna Arrivai (15km on tarmac and 7,5km off-road).
Transfer: incluso (fino a 6 partecipanti)
Lunghezza: 8.6 km
Tempo di percorrenza: 6h
Durata totale: 8h
Difficoltà: Escursionisti esperti dal passo sicuro, è indispensabile assoluta assenza di acrofobia/vertigini
Dislivello +: 700m

error: