Tavolara, trekking + via ferrata

TrekkingVia Ferratamare, natura e immensi panorami: salire la cima di Tavolara è un avventura completa.

DISPONIBILITÀ

Tavolara

L’isola di Tavolara, reame della famiglia Bertoleoni, antica dimora di corsari e capre, si staglia imponente davanti alle bellissime spiagge della Gallura. La sua cima si erge a 560 metri sul livello del mare, con enormi pareti verticali ornate dalla lussureggiante vegetazione mediterranea. La vista dalla cima di Punta Cannone si estende dalle spiagge di la Cinta e Cala Brandinchi su tutta la Costa Smeralda, sino a perdersi oltre la silouette dei monti della Corsica. L’isola di Molara, piccola sorella di Tavolara, e Molarotto sono tra le tante isole che il abbelliscono il mare attorno a Tavolara, prima che si perda nel blu dell’orizzonte.

Il trekking per raggiungere Punta Cannone, la vetta più alta di Tavolara, racchiude una combinazione di avventura su passaggi esposti, ampi panorami e natura incontaminata. Al termine del trekking, la Via Ferrata normale di Tavolara, molto semplice e adatta anche ai principianti, è usata per salire in sicurezza gli ultimi metri di roccia.

Tavolara = √(natura² + avventura²)

Raggiungere Punta Cannone, la vetta più alta di Tavolara, non è tuttavia impresa facile.

Il nostro incontro è alle 6:45 del mattino a Porto San Paolo, dove partono le imbarcazioni dirette all’isola di Tavolara. Dopo un transfer di 20 minuti circa il gruppo raggiunge l’isola e imbocca il sentiero di salita, che senza tante cerimonie inizia a inerpicarsi ripidamente tra la densa vegetazione. Questa è sicuramente la parte più difficile del trekking, e le nostre guide lo sanno bene.

Il sentiero segue l’antica mulattiera dei carbonai, attraversando passaggi esposti con viste eccezionali sulla costa nord-orientale della Sardegna. Dopo circa 2 ore di cammino l’itinerario arriva a ridosso delle grandi pareti verticali di Punta Cannone. Qui è necessario indossare imbrago ed assicurarsi sulla Via Ferrata, un breve passaggio di circa 100metri che conduce alla cima dell’isola. Raggiunta la vetta, con un’emozionante vista a 360 gradi, godremo di un panorama infinito su tutta la costa della Gallura e le tante isole che punteggiano il bellissimo mare della Sardegna.

La via del ritorno segue lo stesso sentiero. Una volta scesi a Spalmatore, la spiaggia di Tavolara, il gruppo può godersi una nuotata rinfrescante e riposare un pochino prima di prendere la barca per il ritorno a Porto San Paolo.

Ritorno da Tavolara

Per il ritorno siete liberi di prendere uno qualsiasi dei battelli turistici diretti a Porto San Paolo. Gli orari di partenza sono 15:30 / 16:30 / 17:30 / 18:30

 


FORNITI DA CLIMBING SARDINIA

  • Transfer da Porto San Paolo e ritorno
  • Imbrago
  • Kit Via Ferrata
  • Elmetto

A CARICO DEI PARTECIPANTI

  • Scarpe da trekking
  • Abbigliamento comodo e adatto alla stagione
  • Zaino di almeno 30 litri
  • 2 litri di acqua e pranzo al sacco

 

DETTAGLI

Orario d’incontro: 6:45
Luogo di incontro: Porto San Paolo
Arrivo stimato a Punta Cannone: 10:30am circa
Fine del trekking: 2:30 pm circa
Ritorno a Porto San Paolo: 15:30 / 16:30 / 17:30 / 18:30

hide
Quanto è difficile il trekking per la cima di Tavolara?

L’itinerario per raggiungere Punta Cannone, la cima più alta di Tavolara, è abbastanza faticoso. Il tour parte dalla spiaggia e arriva a 567 metri sul livello del mare, passando per pietraie e punti molto stretti e a ridosso di alte pareti scoscese

Il sentiero è molto ripido e il terreno molto accidentato. Sono necessari diversi passaggi di facile arrampicata e alcune parti richiedono l’uso di corde fisse per la progressione. 

Al termine del sentiero ci si confronta con una parete rocciosa da oltrepassare con l’ausilio della via ferrata normale. Questo è un passaggio di circa 80 metri protetto da un cavo di acciaio al quale ci si assicura con imbrago e kit da ferrata. 

Questa è la "Via Ferrata degli Angeli" ?

No, questa non è la “Via Ferrata degli Angeli”.

Questo tour segue il sentiero classico e la via ferrata normale per Punta Cannone. La Via Ferrata degli Angeli è molto più difficile di questa ed è percorribile solamente nei mesi invernali

Di cosa ho bisogno?

Vi preghiamo di indossare scarpe da montagna e vestiti consoni ad un’escursione di 6 ore. Consigliamo anche di portare una giacca leggera in caso di vento di maestrale. 

Portate assoluramente almeno 2 litri di acqua, qualche snack da mangiare durante l’escursione, crema solare e un cappellino

error: